"Testacoda", Atelier Capricorno, Cocquio (Va) - Ottobre-Novembre 2008
La novità più eclatante del Testacoda di Lischetti è il pensarsi di andare a recuperare quasi con sollievo quel mondo farabutto e allegramente mascalzone di un tempo, quel giocare con i fili di marionette e burattini in un mondo tutto disarticolato, disossato in cui i segni e il linguaggio di un tempo ritornano più o meno tutti, con maggiore consapevolezza, con le furbizie d’artista che lascia tasselli in rilievo, che costruisce con le proprie mani il suo teatrino non più solo dipinto per non ridursi al mero pittore di superficie. Con più divertimento, e la soddisfazione di riprendersi il proprio passato, che si riattualizza, anzi riabbraccia quanto fin qui fatto (Riccardo Prina).

foto

foto
foto
foto
foto

 

Web Design: Studio Benzoni Srl - Insology